Giornale dei Viaggi VI

E’ la terra veneta e friulana la protagonista del Giornale dei Viaggi VI. Il libro “nasce” da antichi diari di viaggi veneti inediti nell’800 preunitario. Resoconto di percorsi e tracciati. Undicesima “tappa” della collana Le Tracce, (casa editrice Antiche Porte, info@anticheporte.it) i volumi raccontano il territorio, le genti e l’ambiente attraversato.

In quest’angolo d’Italia, parte dell’asburgico Regno Lombardo Veneto, il Duca di Modena e Reggio, Francesco IV d’Austria Este, viaggia. Sua altezza compie diversi viaggi veneti negli anni 1816-‘29. L Area interessata dai tour sono: il comprensorio di Treviso, la Marca, Verona, Venezia e il Friuli.

Inoltre, il Duca si spinge nei territori dell’ex Serenissima Repubblica. Quelli che Napoleone aveva “cancellato” da poco. A loro ricordo, il Sovrano Estense, lascia nella polvere degli archivi pagine scritte in cui annota, descrive e racconta. Tutto quanto incontrato, e vissuto, durante il percorso. I diari sono una preziosa testimonianza per le terre, solcate dai viaggi veneti.

Lo stile sobrio e sintetico di Francesco IV, racconta ciò che il viaggiatore incontra e vede. Sua Altezza, infatti, annota ed elenca puntualmente le impressioni sulle genti, i luoghi e le emozioni provate. E’ il mondo del viaggio di allora, pur rappresentando ancora un modo di spostarsi d’èlite, costituisce il prodromo del turismo odierno nato da quello.

Quello spostarsi con altri mezzi e altri tempi. Evolutosi, inoltre, secoli dopo sui percorsi, i canali, i ponti e le strade, usati dal Duca, quasi duecento anni prima.

Il libro, infine, appartiene alla Collana Le Tracce. Essa si propone di recuperare antichi diari di viaggio nell’Italia, centro settentrionale. I manoscritti originali sono trascritti fedelmente (l’originale solitamente è conservato in archivi di stato o privati) da esperti della materia che garantiscono la qualità del recupero. Eventualmente anche con l’ausilio di note esplicative necessarie al caso. Attualmente l’ intera collana consta di 14 volumi.