Giovanni Battista Venturi nella Storia della scienza

                                                                                         Giovanni Battista Venturi nella Scienza europea

Giovanni Battista Venturi nella Storia, nella scienza e nel Settecento.

L’ importante volume ha la firma di Fabio Ori, giovane e brillante studioso di Quattro Castella.

Nato a Bibbiano, Giovanni Battista, è stato studioso di caratura internazionale, intellettuale dagli interessi eclettici e dalla vivace curiosità.

“Attento conoscitore di varie lingue, bibliofilo e collezionista di stampe e minerali. Giovanni Battista Venturi ebbe una formazione scientifica, filosofica e teologica, infatti,  partecipò attivamente alla politica di riforme di Ercole III “.

Lo studioso dirisse opere ingegneristiche per la bonifica del territorio. Nel biennio 1796-’97, Giovanni Battista, col dominio napoleonico in Italia, si trasferì a Parigi dove ebbe incarichi diplomatici.

Quindi fù a contatto con la creme scientifica francese e pubblicò Recherches expérimentales.

Il testo sino ad ora sconosciuto, riporta per la prima volta il celebre effetto Venturi. Principio alla base dell’odierna teoria della fluidodinamica.

Il volume (394 pagg., 18€,) è edito da Antiche Porte editrice ed è acquistabile direttamente dal sito della casa editrice, www.anticheporte.it

Essa è corredata da un apparato di note ed è preceduta da un’introduzione, il cui scopo è quello di contestualizzare la figura di Venturi nella sua poliedricità.

Il lettore attento può, quindi, leggere il saggio da due differenti prospettive: quella della storia locale, con il suo fittissimo intreccio di vicende tra le turbolenze di fine secolo, e quella dell’ultimo Settecento francese ed europeo.

“Fabio non ha scritto soltanto un bel saggio. Ma rende omaggio ad una straordinaria personalità, che ha percorso con talento, entusiasmo e grande determinazione un filone letterario importante: quello della comunicazione del Sapere. Per secoli priorità del mondo scientifico”, sottolineano i sindaci di Bibbiano, Andrea Carletti, e  di Quattro Castella, Andrea Tagliavini.

L’interessante volume si avvale della indispensabile collaborazione delle ditte: Coopbox e Lapiplast che hanno consentito l’uscita del testo.