Appuntamenti

Cari lettori,  

Inverno e Natale. Tempo di neve, camini con la legna che brucia e buone letture. Chiudiamo l’anno con : Reggio Emilia dal Ducato all’Italia Unita.
Il suo indice ci propone argomenti toccati spaziando dalla storiografia risorgimentale allo studio delle comunità e del territorio nel periodo di passaggio fra Ducato Estense e Regno d’Italia. L’Ottocento reggiano rapportato al contesto nazionale ed europeo. Ecco quindi la Transizione istituzionale del momento descritta da Angelo Spaggiari; la “costruzione” della classe dirigente raccontata da Fabrizio Solieri; le nostre istituzioni economiche illustrate da Roberto Cea; Gabriele Fabbrici e e Maria Barlettai si occupano della presenza ebraica e della filantropia di Ulderico Levi. Nella seconda parte dedicata alla società e al territorio: Giordano Gasparini ci espone la cultura risorgimentale, Antonella Campanini quella alimentare del tempo; Fabrizio Anceschi della memoria risorgimentale mentre Alberto Menziani cura gli aspetti militari legati alla città. Davide Dazzi riporta la liquidazione del patrimonio ecclesiastico e Roberto Marcuccio tratta di intellettuali, editoria e libri in quel momento storico. Poi si parla anche di strade, ferrovia e telegrafo nel territorio reggiano che l’ultimo duca Francesco V introdusse alla fine del periodo Estense. “Dai lavori emergono una serie di fratture, ma anche continuità e rimodulazione nel passaggio” sottolinea il professor Piergiovanni Genovesi, dell’Università di Parma.
Inoltre vi facciamo i migliori Auguri. Con tre frasi che ci paiono significative:

 

Nell’ inganno universale, dire la verità è un atto sovversivo

George Orwell

Se devi scegliere di preoccuparti per la tua coscienza o la tua reputazione, scegli la prima;

perché la tua coscienza è ciò che sei TU,

mentre la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te.

E ciò che gli altri pensano di te è affar loro“.

Charlie Chaplin

 “Non ho paura di morire, è solo che non vorrei essere presente quando ciò accade”.

Woody Allen

 

Arrivederci nel 2020!!! E ancora tantissimi auguri, cari lettori, per tutto quello che volete a voi accada nei prossimi 365 giorni. Tutti ancora da leggere!